Facebook e le violazioni di privacy quando più utenti gestiscono una stessa Pagina

Fra le tante invasioni che Facebook perpetra alla privacy dei suoi utilizzatori ed a loro insaputa, ve n’è una, segnalataci dai nostri lettori, che riguarda gli amministratori delle Pagine Facebook.

Il caso segnalatoci è il seguente: se per gestire una Pagina Facebook vengono utilizzati più account diversi, che hanno il ruolo di amministratori per quella stessa Pagina, il Social Network deduce e presume arbitrariamente che le due, o più persone, che gestiscono la pagina, fra loro abbiano dei legami nella vita reale e pertanto suppone che ognuno possa avere delle conoscenze fra gli amici degli altri amministratori.

Pertanto ogni amministratore della stessa pagina, vedrà, fra i suggerimenti che trova nelle proposte di amicizia, gli amici dell’altro utente, o degli altri utenti che amministrano la Pagina Facebook.

Così Facebook inizierà a proporre come suggerimenti di contatti con cui stringere nuovi legami, gli amici dell’ altro amministratore. Inoltre vedono anche fra i suggerimenti di amicizia gli amici di coloro che hanno cliccato mi piace alla pagina.

Capiamo che lo spirito del social sia quello di favorire i legami fra gli utenti, ma questo proprio non va, soprattutto se un utente amministratore ha correttamente impostato le restrizioni di privacy per il proprio profilo, per limitare la diffusione della lista dei propri contatti.

Resta comunque il quesito, tutto questo è coerente con la normativa privacy Europea che sta per entrare in vigore ? E’ giusto che tutto ciò avvenga pur senza che nessun utente ne sia reso edotto dagli avvisi e dalle informative pubblicate ed accettate quando si crea un profilo su ognuno dei due social network ?

Come succede tutto questo ? E’ colpa dei cookie che restano registrati sui dispositivi ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *