Ad Agerola, in Campania apre l’osservatorio astronomico

FEATURED_OASDG_Inaugurazione_20160423-300x134 Un sogno affidato alle stelle che diventa realtà. Nel comune di Agerola, presso l’ex Colonia Montana Principe di Napoli, in via di ristrutturazione, sarà inaugurato sabato 23 aprile 2016 alle ore 17.30 il nuovo osservatorio astronomico.

L’Osservatorio, voluto dall’associazione astrofili AstroCampania, sarà intitolato al poeta e drammaturgo italiano Salvatore Di Giacomo, che proprio ad Agerola, nella località San Lazzaro, sede dell’osservatorio, soggiornò e trovò ispirazione per la sua opera dedicata alla Luna di Agerola.

“Un percorso – dice il presidente di AstroCampania Massimo Corbisiero – iniziato nel 2004 e che oggi vede il suo coronamento nel battesimo di quello che può essere definito uno degli osservatori astronomici amatoriali più all’avanguardia sul territorio nazionale”

Grazie alla collaborazione tra l’Amministrazione Comunale di Agerola, l’INAF-Osservatorio Astronomico di Capodimonte ed AstroCampania, associazione di astrofili da anni attiva sul territorio comunale nell’organizzazione di manifestazioni astronomiche e nella divulgazione scientifica, per tanti sarà possibile usufruire della struttura in una delle località più incantevoli, fra la costiera amalfitana e la penisola sorrentina.

Un sogno che si corona, non solo per gli agerolesi, e per gli astrofili della Campania, gli appassionati di astronomia, ma anche per studiosi che da tutto il mondo potranno effettuare studi in questa struttura che si prefigge di svolgere un ruolo di prim’ordine nel panorama culturale e divulgativo regionale.
L’osservatorio infatti rivolge la sua offerta didattica e formativa ad un pubblico ampio e variegato: da un lato le scuole campane e non solo, dall’altro il grande pubblico, accompagnati per mano dagli esperti divulgatori di AstroCampania che mostreranno le meraviglie del cielo sia dal vivo anche con l’ausilio di tecnologie multimediali all’avanguardia.

l’INAF- Osservatorio Astronomico di Capodimonte, ha collaborato sin dal primo momento alla progettazione della strumentazione astronomica auspicando – queste le parole del direttore Prof. Massimo Della Valle – un supporto da parte dell’osservatorio di Agerola nello studio di particolari fenomeni astronomici. Infatti la progettazione e realizzazione dello strumento principale, avvalendosi delle più moderne tecnologie e dell’esperienza di ditte internazionali per l’integrazione dell’intero sistema – ci spiega il responsabile del progetto Andrea Di Dato – lo rende perfettamente in grado di osservare fenomeni astronomici complessi come la ricerca e followup di GRB, supernovae e novae extragalattiche, transiti di eso pianeti e occultazioni asteroidali, dando all’ossevatorio anche una connotazione più prettamente scientifica.

OASDG_Cupola

“Agerola svolgerà un ruolo da protagonista anche nel panorama scientifico nazionale – conclude entusiasta il Sindaco Luca Mascolo. Siamo davvero orgogliosi di questo risultato, siamo orgogliosi di donare ad Agerola una perla così preziosa, incastonata nel parco della Colonia Montana, da cui si apre uno degli scenari paesaggistici più belli al mondo, sospeso tra il cielo, la terra e il mare”.

Un appuntamento quindi da non perdere quello di Sabato 23 Aprile: occhi puntati al cielo, ma soprattutto sulle future attività di questo, è il caso di dire, astro nascente tutto campano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.